en

Croccante alle nocciole

5 novembre 2014
Ricetta - Dolci - Senza glutine
Croccante di nocciole

Esistono materie prime talmente buone e perfette già nella loro natura da incutere in me un senso del rispetto tale da farmi vedere qualsiasi loro trasformazione come una violenza.

Per esempio le nocciole IGP della varietà Tonda gentile del Piemonte che ho acquistato nel corso di una gita alla Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba…

Cosa potevo fare di queste nocciole così speciali?

Solo l’idea di tritarle, pestarle o sminuzzarle mi faceva soffrire terribilmente…

Infine ho deciso di utilizzarle per un semplice, irresistibile , e direi anche “pericoloso”, croccante.

Qualche dritta prima della preparazione

Il croccante è veloce e facile da eseguire, è necessaria solo un po’ di dimestichezza per quanto riguarda la preparazione del caramello, se non l’avete mai fatto prima eccovi qualche dritta:

– il pentolino che utilizzerete deve essere preferibilmente a fondo spesso e capiente quanto basta perché lo zucchero crei uno strato sul fondo non più alto di 2 0 3 millimetri;

– la fiamma deve essere bassa e lo zucchero non andrebbe girato con il cucchiaio ma andrebbe mosso solo quando è quasi completamente sciolto facendo ruotare la pentola;

– il caramello raggiunge rapidamente tempere altissime, per non bruciarlo appena sarà imbiondito spegnete la fiamma e fate attenzione a non scottarvi maneggiandolo;

– meglio prepararne piccole quantità per volta perché è più facilmente gestibile.

Altri suggerimenti:

Gli ingredienti della mia ricetta sono misurati in modo che le nocciole risultino appena velate di caramello e questo in pratica fa solo da legante, utilizzo 1/4 di zucchero rispetto al peso della frutta secca; se preferite ottenere un croccante con più caramello potete aumentare la quantità di zucchero fino ad arrivare a metà del peso della frutta secca;

per dare al croccante una forma regolare utilizzate una tortiera a cerchio apribile (con le dosi sotto riportate ne ho utilizzato una tonda con diametro 24 cm), ricoprite il fondo con carta da forno e ungete leggermente il bordo interno con olio di semi; in alternativa potete utilizzare una leccarda foderata di carta da forno, rovesciarvi il composto caldo, spianarlo con un mattarello leggermente bagnato e tagliare il croccante a pezzi;

al posto delle nocciole potete ovviamente utilizzare le mandorle o altra frutta secca anche mista, intera o a pezzi, e semi.

Croccante alle nocciole a pezzi

Ricetta del croccante alle nocciole

Ingredienti

  • 300 gr di nocciole pelate
  • 90 gr di zucchero
  • la scorza di un limone o di un'arancia bio

Preparazione

Tostiamo la frutta secca: adagiatela in una teglia foderata con carta da forno, accendete il grill e inseritela nel forno a metà altezza, quando sarà dorata rigiratela con un cucchiaio di legno e lasciatela sotto il grill ancora un minuto o due facendo attenzione a non bruciarla*.

Grattugiate la scorza del limone e tenetela da parte.

Preparate il caramello come spiegato sopra, quindi rovesciate nel pentolino la frutta secca calda e a seguire la scorza di limone grattugiata, riaccendete la fiamma molto bassa e mescolate il tutto con un cucchiaio di legno fino a che le nocciole non saranno uniformemente velate e lucide.

Rovesciate il composto nella tortiera, distribuitelo e schiacciatelo con un cucchiaio di legno leggermente bagnato, infine rimuovete il bordo della tortiera e spianate delicatamente con un mattarello (anch’esso leggermente bagnato).

Fate raffreddare completamente il vostro croccante e, se non lo consumerete in tempi brevi, avvolgetelo in pellicola oppure tagliatelo a pezzi e mettetelo in una scatola di latta foderata di carta da forno.

* Le mie nocciole erano già tostate e, dal momento che la frutta secca deve essere calda quando la si va ad inserire nel caramello, ho fatto in questo modo: ho acceso il forno in modalità statica a 180°C, quando ha raggiunto la temperatura vi ho inserito le nocciole e dopo solo un minuto ho spento il forno lasciandole al suo interno.

Croccante a pezzi

Condividi...