Spaghetti con le polpette al sugo (non fritte)

22 marzo 2019
Ricetta - Primi - Secondi
spaghetti con polpette al sugo (non fritte)

Sono continuamente alla ricerca di qualcosa di diverso, sono curiosa e al ristorante mi piace ordinare portate particolari che si distinguono da ciò che mangio da sempre, ma alla fine niente è più confortante dei piatti che parlano di famiglia, come le polpette al sugo che preparava spesso la mia mamma…

Io ho provato a rifarle, le ho trovate tenere e gustose, ma sono sincera, per me non sono la stessa cosa…

I piatti che preparavi tu, mamma, resteranno irraggiungibili e sentirò nuovamente quei sapori e quel calore solo quando ci ritroveremo un giorno.

Lassù si può cucinare?

pasta con le polpette al sugo (non fritte)

Qualche dritta prima della preparazione

Queste polpette non sono fritte, ma cuociono direttamente nella salsa di pomodoro, ciò le rende più leggere e digeribili (oltre che meno laboriose da fare).

Per la preparazione di questo delizioso piatto unico si deve utilizzare la passata di pomodoro, secondo la densità del prodotto è consigliabile aggiungere un po’ d’acqua che comunque verrà persa in cottura.

Spesso la passata di pomodoro ha un sapore lievemente acidulo, per cui assaggiate il sugo prima di immergervi le polpette e, se vi sembra il caso, aggiungete mezzo/un cucchiaino di zucchero (e regolate anche di sale).

Tra gli ingredienti c’è il pane, ovviamente potete usare anche quello secco, invece vi sconsiglio di utilizzare quello in busta tipo pancarrè perché rende l’impasto più compatto e meno soffice.

Le polpette, una volta inserite nella salsa di pomodoro, sono pronte in circa mezzora, ma se volete far addensare e insaporire ulteriormente il sugo prolungate la cottura portandola anche fino a un’ora (tenendo sempre la fiamma bassa).

 

Ricetta degli spaghetti con le polpette al sugo (non fritte)

Tempi di preparazioni
30 min
Tempi di cottura
1 h 15 min
Valori nutrizionali
( per porzione )
Carbohydrates: 76 gr
Calorie: 667 kcal

Ingredienti

Per 6 persone

    Per le polpette

  • 400 gr di carne trita di manzo
  • 110 gr di Mortadella Bologna
  • 100 gr di pane
  • 30 gr di Parmigiano grattugiato
  • 2 uova
  • Uno spicchio d'aglio
  • Prezzemolo fresco q.b.
  • Sale e pepe q.b.
  • Per il sugo

  • 1.100 gr di passata di pomodoro
  • 200 gr di acqua ca.
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 2 spicchi d'aglio
  • 4-5 foglie di basilico fresco
  • Sale q.b.
  • 480 gr di spaghetti o altra pasta

Procedimento

In una capiente pentola mettete l’olio evo e fatevi rosolare dolcemente due spicchi d’aglio interi e sbucciati.

Quando l’aglio sarà appena dorato eliminatelo e versate nella pentola la passata di pomodoro, l’acqua, e sale q.b..

Portate la passata a lieve bollore quindi coprite con un coperchio tenendolo solo leggermente sollevato (potete mettere da un lato un cucchiaio di legno tra la pentola e il coperchio) e lasciate sobbollire a fiamma bassa per mezzora, quindi aggiungete le foglie di basilico.

Mentre la salsa di pomodoro cuoce preparate l’impasto delle polpette: mettete il pane in una ciotola e riempitela d’acqua, lasciatelo a mollo fino a quando sarà ben inzuppato, quindi strizzatelo stringendolo tra le mani e trasferitelo in una ciotola più ampia.

Prendete lo spicchio d’aglio, sbucciatelo e tagliatelo per il lungo, eliminate il germoglio centrale quindi tritatelo sottilmente (se preferite un aroma delicato usatene mezzo).

Tritate anche la Mortadella Bologna e il prezzemolo, uniteli al pane insieme alla carne trita, l’aglio, le uova, il parmigiano, sale e pepe q.b..

Impastate insieme gli ingredienti con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo.

Formare la prima polpetta prendendo una quantità di impasto sufficiente a formare una sfera di 4-5 cm di diametro e facendola ruotare tra le mani, quindi adagiatela delicatamente nel sugo che sobbolle; proseguite allo stesso modo fino a finire l’impasto.

Sistemate le polpette nella salsa di pomodoro in modo ordinato, una accanto all’altra cercando per quanto possibile di non sovrapporle.

Fatele cuocere a fiamma dolce per almeno 45 minuti tenendo sopra il coperchio.

Durante la fase di cottura muovete le polpette nel sugo due o tre volte, ma evitate di girarle con il cucchiaio perché sono molto tenere e potreste romperle, invece afferrate la pentola per i manici e muovetela avanti e indietro per qualche secondo.

A cottura ultimata cuocete la pasta in abbondante acqua bollente salata e scolatela al dente.

Per comodità trasferite le polpette in un piatto in modo da poter raccogliere la salsa più facilmente e condite la pasta.

Servite i vostri spaghetti con le polpette al sugo spolverati con un poco di prezzemolo fresco tritato.

polpette al sugo (non fritte)

Condividi...