Gnocchi di zucca con i suoi fiori, amaretto e salsa di squacquerone e parmigiano

25 settembre 2015
Ricetta - Primi - Vegetariano
Gnocchi di zucca con i suoi fiori, amaretto e salsa di squacquerone

L’autunno è tornato…

Provo un po’ di malinconia pensando alla fine dell’estate, a quanto sono lontane le prossime vacanze, alle giornate che diventeranno via via più corte e povere di luce…

Dalle mie parti il clima si è fatto già decisamente più fresco, ma i colori della stagione appena cominciata sono tanto caldi e romantici e, infondo, ogni periodo dell’anno ha il suo fascino e i suoi lati positivi, quindi accolgo l’autunno e assaporo ciò che mi porta in dono.

Ecco che la zucca è tornata a deliziare i nostri palati, magicamente in questo momento della stagione è possibile godere della bontà sia dei suoi ultimi fiori che dei suoi primi frutti.

Un animo goloso come il mio non poteva non approfittarne…

Gnocchi con fiori di zucca e squacquerone

Ricetta degli gnocchi di zucca con i suoi fiori, amaretto e salsa di squacquerone e parmigiano

Ingredienti

Per 5 persone

    Per gli gnocchi di zucca

  • 1 kg di zucca Delica (pesata già pulita)
  • 180-200 gr di farina 00 c.a.
  • 55 gr di uovo intero (uno medio)
  • 4 pz. di sale
  • Per il condimento

  • 400 gr di fiori di zucca
  • Olio evo q.b.
  • 30 gr di burro
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • 6 amaretti secchi sbriciolati grossolanamente
  • Per la salsa di squacquerone e parmigiano

  • 100 gr di latte
  • 200 gr di squacquerone a temperatura ambiente
  • 40 gr di parmigiano grattugiato
  • 2 cucchiaini di amido di mais

Preparazione

Per la buona riuscita degli gnocchi di zucca è fondamentale che la polpa dell’ortaggio che andrete ad utilizzare sia molto asciutta in modo da non dover aggiungere all’impasto troppa farina (meno ne utilizzerete e più gli gnocchi risulteranno morbidi).

La quantità di farina necessaria può quindi variare secondo la qualità dell’ortaggio.

Per quanto sopra è bene utilizzare un tipo di zucca che sia già per natura poco acquosa e che in cottura non rilasci troppi liquidi.

Se sbagliate tipo di zucca dovrete dilungarvi con la cottura perché si asciughi, nei casi disperati dopo averla cotta e schiacciata dovrete buttare via l’acqua o mettere la purea in una pentola e a fuoco dolce farla asciugare mescolando spesso e facendo attenzione a non farla bruciare, ma se vi procurerete la zucca adatta sarà facilissimo.

Io ho utilizzato la delica e ho “brevettato” un sistema di cottura che si è dimostrato molto efficace e rapido.

Procedete così:

– tagliate la zucca a fette spesse circa 1 cm e disponetele sopra una griglia del forno;

– riscaldate il forno a 180°C con già all’interno una leccarda che, all’occorrenza, raccoglierà l’acqua emessa dell’ortaggio in fase di cottura;

– a temperatura raggiunta infornate la griglia con sopra le fette di zucca, quindi portate il forno a 160°C in modalità ventilata;

– cuocete la zucca fino a che non riuscirete a trapassarla facilmente con una forchetta e sarà ben asciutta (circa 20 minuti), quindi spegnete il forno e lasciatela raffreddare al suo interno con lo sportello leggermente aperto.

Quando la zucca si sarà raffreddata schiacciatela per ottenere una purea densa; considerata la natura filamentosa della polpa vi suggerisco di utilizzare un mixer così da ottenere un composto più liscio e omogeneo.

In una ciotola lavorate la purea con una paletta insieme all’uovo leggermente sbattuto, al sale e 100 gr di farina, unite poi farina quanto basta ad addensare sufficientemente il composto che dovrà comunque risultare morbido e appiccicoso (ricordate che più farina inserirete e più gli gnocchi risulteranno duri, d’altra parte se ne metterete troppo poca sarà difficilissimo dargli la forma e da cotti risulteranno troppo morbidi).

Lasciate riposare l’impasto per circa mezzora.

Come mostrato nelle foto sopra, a riposo terminato, riversate a cucchiaiate piccole quantità di impasto su un piano infarinato, spolveratelo di ulteriore farina e formate dei filoncini che taglierete a pezzetti lunghi circa 3 cm.

Lavorazione degli gnocchi di zucca

Disponete i vostri gnocchi su vassoi infarinati e preparate il condimento:

lavate i fiori di zucca ed eliminate i pistilli, asciugateli delicatamente e tagliateli per il lungo in 4 parti.

Scaldate in un’ampia padella olio evo q.b. a ungere il fondo, aggiungete i fiori, regolate di sale e pepe, e saltateli velocemente a fiamma vivace, abbassate poi la fiamma e coprite con un coperchio lasciandoli cuocere per un paio di minuti; se dovesse necessitare in fase di cottura aggiungete un filo d’acqua.

In un pentolino mettete l’amido di mais e scioglietelo con poco latte freddo, aggiungete il restante latte e mescolate, accendete la fiamma e portate a lieve bollore, appena il composto accennerà ad addensarsi spegnete la fiamma e mescolate bene per sciogliere eventuali grumi, otterrete un composto simile ad una besciamella fluida.

Lasciate intiepidire il  latte con l’amido per circa un minuto poi aggiungete lo squacquerone a temperatura ambiente e il parmigiano, mescolate bene i formaggi per amalgamarli e ottenere una crema.

Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua bollente e salata, nel frattempo riaccendete la fiamma sotto la padella dei fiori di zucca, unitevi il burro e fatelo sciogliere; aggiungete un po’ di acqua di cottura alla crema di formaggio per ottenere una consistenza abbastanza fluida e vellutata.

Appena gli gnocchi saliranno a galla raccoglieteli con un mestolo forato, trasferiteli nella padella con i fiori e fate saltare brevemente tutto insieme (se ritenete sia il caso aggiungete anche qui un pochino d’acqua di cottura degli gnocchi).

Distribuite la salsa di squacquerone e parmigiano sul fondo dei piatti e adagiatevi sopra gli gnocchi di zucca con i fiori, finite con una spolverata di amaretto sbriciolato.

Servite i vostri gnocchi di zucca con i suoi fiori, amaretto e salsa di squacquerone e parmigiano.

Piatto di gnocchi di zucca

Con questa ricetta sono felice di partecipare al contest di Fuudly, il primo social network interamente ed esclusivamente dedicato al food, vi invito ad iscrivervi e a partecipare, non serve essere un food blogger né un professionista del settore, tutti possono caricare le loro ricette ed entrare a fare parte della simpatica community scambiando e raccogliendo notizie utili socializzando con gli altri fuudlers.

Tra tutte le ricette partecipanti al contest, Viola Berti (concorrente Masterchef 2014), fuudler che ha lanciato la sfida, sceglierà la sua ricetta favorita che sarà nominata “Fuudly ricetta del mese”, aggiudicandosi il privilegio di essere pubblicata nella rubrica “Ricette” del quotidiano on line di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità Italia a Tavola.net.

“Con questa ricetta partecipo al contest #fuudlygnocco”

Contest Fuudly widget

 

Condividi...